venerdì 11 aprile 2008

Meglio il perizoma o le mutande?

Reggicalze o collant? In nessun altro Paese del mondo le donne candidate al Parlamento avrebbero accettato di rispondere a simili domande, proposte loro da un settimanale popolare femminile come “Chi”.
Donne orizzontali e politica verticale: è il tema proposto dall’Infedele del 3 aprile.
"Per discutere in campagna elettorale dell’enorme passo indietro compiuto in Italia dalla condizione della donna, e delle sempre più ricorrenti offese pubbliche alla sua dignità".

Come dice brillantemente la Littizzetto: “Ma che me ne frega a me, cosa indossi. Non è per quello che ti voto. Non devi neppure rispondere a domande simili. (…) Io ti scelto perché sei autorevole. E non autoreggente o meno”.

1 commento: